Quali sono le gite e le escursioni di un giorno da fare a Phuket?

Una vacanza a Phuket non è solo mare, sabbia bianca e relax: l’isola e i dintorni sono uno scrigno che racchiude bellezza e natura selvaggia, tutta da esplorare. Sono decine le escursioni e i tour da un giorno (o più) che si possono fare partendo da Patong o Phuket Town: parliamo di gite a Coral Island, James Bond Islands, a Maya Bay nelle isole Phi Phi o al Parco di Sirinat, nel nord dell’isola, dove andare alla ricerca delle tartarughe marine.

Non tutti sanno che Phuket oltre che per il mare, le spiagge , la vita notturna e la movida, è apprezzata per le tante cose fare e i posti da vedere nei suoi dintorni!

In questo articolo andremo a fare una panoramica lunga e dettagliata sulle escursioni da fare, i tour più interessanti e le isole vicino a Phuket da non perdere.

Indice

Escursione al Parco di Sirinat alla ricerca delle tartarughe marine

Partiamo parlando del parco di Sirinat che si trova precisamente nella parte nord-ovest di Phuket. Questo bel parco si estende per un’area di 90 chilometri e ospita ben 13 chilometri di spiagge deserte, tra le quali spiccano Hat Nai Yang, molto amata dalle famiglie e Hat Mai Khao , la più estesa e meta di un tour per andare a vedere le tartarughe marine. Questi splendidi animali vanno con regolarità a nidificare in quella striscia di sabbia ogni anno nei mesi tra novembre e febbraio e sono una grande attrattiva per i turisti da tutto il mondo.
Per questo motivo le escursioni di un giorno che partono dai migliori hotel di Patong e dintorni verso il Parco di Sirinat, per vedere le tartarughe marine, sono tra le gite più apprezzate da chi va in vacanza a Phuket.

Approfondimento: escursione di un giorno al Parco Nazionale Sirinat

Escursione a James Bond Island e Phang Nga Bay da Phuket

Un altro posto molto caratteristico, iconico e decisamente da cartolina, è l’isola di James Bond, che è situata nella Baia di Phang Nga, ovvero circa venti chilometri a nord-est di Phuket.

Come si evince dal nome la popolarità di questa isola è partita dopo l’uscita del film della saga di James Bond del 1974 “L’uomo dalla pistola d’oro” con Roger Moore e Christopher Lee. Nonostante il film non sia tra i più belli usciti in quel momento storico (e neanche tra i più amati di 007) James Bond Island è diventata una vera e propria meta obbligatoria per chi va in vacanza a Phuket e vuole esplorare i suoi dintorni.

Prima del film quest’isola era conosciuta con un altro nome e cioè Koh Tapu, che ha come significato letterale” l’isola chiodo”, per via delle rocce appuntite che l’hanno resa una delle attrazioni in assoluto più amate e fotografate in Thailandia. James Bond Island regala ai turisti che arrivano in barca un panorama mozzafiato, che non ha assolutamente eguali nel mondo.
Ma un’escursione del genere regala anche la possibilità anche di visitare tutto il resto della Phang Nga Bay, una baia la cui natura incontaminata è uno degli esempi migliori della bellezza imbattibile di un paese come la Thailandia.
Il modo migliore e più affascinante di godere delle bellezze della Baia di Phang Nga? Senza alcun dubbio la gita in canoa, organizzata da agenzie come John Gray’s Sea Canoe ( www.johngray-seacanoe.com).

Raya island e Coral Island

Una delle più belle isole da visitare durante una vacanza in Thailandia è sicuramente Coral Island, conosciuta localmente come Koh Hae, che si trova a diversi chilometri a sud di Phuket.
Perché l’Isola di Corallo è assolutamente un must per un’escursione in giornata? Ospita due spiagge da urlo e cioè Long Beach e Banana Beach, frequentate da chi ama gli sport acquatici e nello specifico: banana boat, canottaggio, snorkeling e diving.

Sì, perché da queste si va principalmente per le immersioni e per ammirare i suoi splendidi fondali: se non siete sub provetti non preoccupatevi, perché anche sempicemente facendo snorkeling potete godervi una gita a Coral Island.D

Altra zona imperdibile da esplorare è sicuramente quella composta dalle Isole Raya (Raya Yai e Raya Noi, ovvero “grande” e “piccola) che si trovano più o meno a 12 km a sud di Phuket. Si tratta di un vero e proprio paradiso selvaggio e (ancora) poco esplorato: le immersioni nelle coste di queste isole garantiscono uno spettacolo sottomarino con pochissimi eguali in tutta la Thailandia. Non solo: passeggiando per le sue stradine farete la conoscenza di giganteschi varani, ovvero grandi lucertoloni che sono i veri e propri padroni delle isole Raya.

Koh Yao Yai & Koh Yao Noi

Sono due isole che si trovano per la precisione nel mezzo della baia di Phang Nga, a metà strada tra Phuket e Krabi e sono frequentate soprattutto da chi vuole trovare un posto tranquillo e allontanarsi dalla confusione di Phuket Town e Patong.

Arrivare a Koh Yao Yai e Koh Yao Noi sarà quasi un sogno: pochissime strade attraversano le isole, abitate in gran parte dai discendenti degli “zingari del mare”, popolazione molto numerosa fino a qualche decennio fa nel sud est asiatico. L’attaccamento alla tradizione insito nei suoi abitanti ha fatto sì che non diventassero una meta turistica inflazionata, dove il cemento prende il sopravvento sulla natura: per questo un’escursione da Phuket a Koh Yao Yai & Koh Yao Noi significa tornare alle origini, alla tradizione e a una Thailandia che altrove sta sparendo.

Questo posto è adatto per chi cerca tranquillità, serenità e meditazione: infatti si possono fare delle bellissime e lunghissime passeggiate a contatto con la natura (soprattutto nella giungla che occupa la parte centrale di Koh Yao Noi) oppure godersi delle spiagge davvero deserte e solitarie.

Escursioni da Phuket: Phi Phi Islands e Isole Similan

Tra le isole più famose, non solo di Phuket, ma proprio di tutto il mondo sono le Isole Similan, che sono situate a 84 km dall’isola principale e sono molto apprezzate da chi è appassionato di immersioni, snorkeling o semplicemente da chi vuole godersi il panorama con un giro in barca.

Dal punto di vista estetico sono apprezzatissime per le bianche spiagge di sabbia corallina e perché non sono mai troppo affollate, ma soprattutto hanno due particolarità che le rendono uniche e inimitabili: le coste sono sormontate da enormi massi, levigati da vento e mare, che regalano panorami spettacolari. Non solo: le Isole Similan son diventate famose per le oltre 200 specie di corallo che popolano i loro fondali!

Perché una vacanza a Phuket è insuperabile? Perché la sua posizione centrale tra tantissime perle della Thailandia la rende il punto di partenza ideale da cui partire per scoprire i dintorni. Avreste mai pensato che con un’escursione di un giorno da Phuket si potessero raggiungere anche le appariscenti e celeberrime Phi Phi Islands?

Durante una ita di un giorno alle Phi Phi Islands arriverete anche nell’iconica, selvaggia e semi-deserta Koh Phi Phi Leh, diventata famosa per ospitare le celeberrima Maya Bay, una delle spiagge più belle al mondo e diventata celebre dopo il film The Beach con Leonardo Di Caprio.

Escursione al Santuario degli Elefanti di Phuket

La gita di un giorno in un elephant camp, ovvero in un luogo immerso nella natura dove è possibile incontrare e far conoscenza con gli enormi e buffi pachidermi, è una delle attività più popolari a Phuket. C’è però un problema ed legato allo sfruttamento e alla violenza che subiscono gli animali in fase di addestramento.
Ma ci sono strutture che lavorano in modo etico e cruelty free: l’Elephant Sanctuary di Phuket è una di queste.

Per approfondire