Freedom Beach: come arrivare, dove mangiare, ombrelloni e sdraio

La “spiaggia della libertà” è un’anomalia a Phuket: non lontano dalla commercialissima Patong Beach è però meno conosciuta e sicuramente molto più calma e riservata. Il motivo? Raggiungerla non è affatto facile.

Vi abbiamo già suggerito le migliori spiagge da visitare durante un viaggio nella bellissima Phuket, facendo una panoramica generale anche sugli spot migliori dove fare surf, snorkeling e diving sull’isola.

In questo articolo andremo ad approfondire e a descrivere nei dettagli la cosiddetta “spiaggia della libertà”, una delle più suggestive di Phuket!

Questa spiaggia non è sicuramente una delle più accessibili e agevoli da raggiungere. Infatti chi vorrà decidere di visitare questo gioiello dovrà tenere in conto che è possibile arrivarci solo con la barca (o facendo un percorso a piedi accidentato e che al ritorno presenta una salita non facile), e più facilmente nei mesi di alta stagione cioè da dicembre a giugno.

Freedom beach è molto amata e apprezzata soprattutto da chi non ha come obiettivo tuffarsi tra la folla, ma vuole semplicemente godersi il mare, la striscia di sabbia bianca lunga 300 metri e anche il bellissimo panorama.

Questo paradiso è situato nella costa occidentale di Phuket, in una stupenda baia, costellata di rocce granitiche e circondata da colline, che sono ricoperte da una fitta vegetazione.

Il suo nome è molto particolare e spiega bene il motivo per il quale è molto amata e cioè il fatto di essere situata in una posizione marginale rispetto ad altre spiagge dell’isola, che sono piene di turisti alla ricerca di caos e movimento!

Recarsi nella spiaggia Freedom Beach significa quindi essere liberi di rilassarsi, di godersi il mare e la natura, senza essere invasi dai rumori e dalla confusione (non ci sono le moto d’acqua, per intenderci)

Ma come dicevamo prima non è sicuramente una passeggiata raggiungerla e quindi andiamo a vedere insieme tutte le opzioni.

Freedom Beach: come arrivarci!

Il posto dove è presente la spiaggia è delimitato e circondato da un terreno privato e di conseguenza bisogna capire bene qual è la soluzione migliore per arrivare.

Ci sono almeno due alternative (se non tre) da questo punto di vista. Quello che di solito è più funzionale o comunque più apprezzato dai turisti consiste nell’affittare una barca, contrattando il prezzo con chi guida.

Il posto migliore per partire è sicuramente nei pressi del ponte di Amari Phuket, che è molto comodo e che si trova più o meno nell’estremità meridionale di Patong Beach.

Ma ci sono altri punti da dove si può partire, che però hanno come controindicazioni il tempo di percorrenza e il prezzo della corsa. I posti in questione sono Kamala Beach, Karon e Kata.

Partire dal ponte di Amari Phuket per andare a Freedom Beach e salire su una longtail-boat, barca caratteristica thailandese e costruita in legno, è la soluzione più economica (troverete più barche con cui contrattare) e funzionale.

La corsa dura circa 20 minuti e i prezzi sono variabili: in genere per un viaggio di andata e ritorno si pagano circa 1500 bath, per l’intero affitto della barca. Che potrete dividere con amici, parenti e persone conosciute sul posto.

Durante queste corse il percorso scelto da chi guida la barca può variare e questo può rendere l’esperienza per il turista molto più divertente:avrete la possibilità di ammirare diverse calette sabbiose nascoste, come per esempio Tri Trang Beach, Paradise Beach e Merlin Beach.

Per arrivare a Freedom Beach in barca ci si bagna? Un po’. Onde e schizzi sono all’ordine del giorno, quindi meglio proteggere cellulari e macchine fotografiche con sacche impermeabili.

Se soffrite il male di mare c’è un modo alternativo di arrivare alla “spiaggia della libertà”, non meno avventuroso

Ci si può infatti accedere via terra partendo sempre da Patong Beach, proseguendo per la strada di Karon Beach e parcheggiando il mezzo all’Avista Hideaway Resort Phuket.

A questo punto però bisognerà percorrere a piedi un sentiero molto impegnativo e ripido per arrivare in spiaggia. Negli ultimi periodi è stato un pò sistemato e quindi attraversarlo è un pò più semplice, ma il ritorno, in salita, non sarà affatto facile. E poi c’è un’ulteriore incognita: sarà aperto il cancello che porta alla spiaggia?

Come è strutturata e cosa fare a Freedom Beach

Di sicuro questa spiaggia non è l’ideale per chi cerca tante attività da fare o divertimenti da godersi, ma questo non vuol dire che ci si annoierà! Chi vuole semplicemente nuotare e godersi la bellissima atmosfera amerà il fatto che i rumori sono praticamente assenti!

Non sono presenti jet-ski o altre rumorose attività di svago marino a Freedom Beach: gli unici motori udibili che sentirete saranno quelli delle barche a coda lunga, che portano i turisti nella spiaggia e che li riportano indietro.

Ma ci sono attività sportive da fare per mantenersi in forma e che sono molto amate da chi arriva qui: il beach soccer e il beach volley, per esempio.

Anche chi è appassionato di snorkeling avrà delle ottime soddisfazioni da Freedom Beach,: questo perché entrambe le estremità della spiaggia sono uno spot ottimo per osservare pesci tropicali e la vivace vita marina di Phuket

Freedom beach è strutturata in maniera tale da garantire aree separate per i bagnanti e per la barche che arrivano: il lato nord della spiaggia è consigliabile a chi cerca relax e tranquillità e a chi vuole fare delle foto mozzafiato!

Chi vuole immortalare questo paradiso terrestre dovrà semplicemente salire le scalette di cemento e godere della vista panoramica dalla collina.

Invece il lato sud è più movimentato in quanto c’è un ristorante “One ‘n’ Only Restaurant & Bar”, molto frequentato, e accanto al quale si possono affittare lettini e ombrelloni, spendendo circa 120 bath al giorno!

Dove mangiare a Freedom beach!

Il bar ristorante principale che vi segnaliamo e che si trova all’interno della Freedom Beach è appunto il “One ‘n’ Only Restaurant & Bar” e può ospitare tantissime persone!. La sua offerta è molto variegata perchè è un mix di piatti thailandesi e internazionali, ma occhio ai prezzi, che non sono per niente economici.

Giusto per farvi qualche esempio per mangiare un “panino con prosciutto e formaggio” bisognerà spendere 260 bath, oppure per un classico piatto di pollo fritto con anacardi sarà necessario sborsare 220 baht.
Se viaggiate low budget portatevi il pranzo al sacco!

Se invece non avete problemi a spendere un po’ più del previsto, sappiate che pranzare da queste parti offre un’affascinante e suggestiva cornice sulla baia, ombreggiata da pergolati e palme.

Per approfondire