Diving, immersioni e snorkeling a Phuket: come, dove e costi

I fondali marini di Phuket sono tra i più belli al mondo: scopriamo le zone più belle per fare immersioni e le agenzie affidabili che organizzano escursioni. Non solo: se volete prendere il brevetto PADI, l’isola è il posto ideale.

Non è un mistero che, nell’immaginario collettivo, Phuket rappresenti un’isola nella quale rilassarsi al sole (nelle sue bellissime spiagge) e poi godersi la movida notturna al calare delle tenebre.

Ma pensare che Phuket sia solo sole, relax, spiagge e locali notturni è un grande errore! Infatti le attività da poter fare in questa fantastica isola sono tantissime: le immersioni e la subacquea sono tra le più quotate perché i fondali thailandesi sono assolutamente tra i più belli del mondo.

Diving e snorkiling: cosa sono?

Chi conosce almeno un pò Phuket sa benissimo che il suo mare è assolutamente eccezionale, pieno di fauna marina coloratissima: chi ha avuto la fortuna di fare immersioni nei dintorni dell’isola si è potuto godere uno spettacolo incredibile tra pesci tropicali, coralli e tante altre meraviglie.

Perchè vi stiamo dicendo questo? Semplicemente perchè Diving significa letteralmente immersione subacquea in apnea o con autorespiratore.

Gli appassionati di diving saranno davvero molto soddisfatti nel praticarla a Phuket, posto assolutamente adatto sia ai professionisti che ai principianti.

Avete paura di andare sotto il pelo dell’acqua? Non volete rischiare? Non vi preoccupate, riuscirete ad ammirare i colori del mare di Phuket anche senza immergervi: vi basteranno maschera e boccaglio e diventerete degli appassionati di snorkeling. Qui non ci sono professionisti e amatori, ma solo persone che nuotano osservando un fondo marino che regala continue gioie.

Quando fare diving e snorkeling a Phuket? I mesi migliori

Ma per praticare il diving e lo snorkeling nel migliore modo possibile e soprattutto godendosi appieno lo spettacolo del mare, un periodo è migliore dell’altro. Il mare non è sempre calmo a Phuket e varia in relazione al clima e alle stagioni.

In teoria è possibile fare immersioni tutto l’anno, ma i mesi dell’alta stagione, e cioè quelli che vanno da novembre ad aprile, risultano più funzionali e adatti a questa bellissima attività. Infatti nel periodo che va da maggio ad ottobre ci sono i venti monsonici che rendono le immersioni non solo rischiosa ma anche poco soddisfacente in quanto il mare mosso alza la sabbia e ci impedisce di vedere chiaramente il panorama subacqueo.

Spesso durante la stagione delle piogge vengono sospese sia le crociere che le escursioni in mare aperto.

Se nella vostra vacanza a Phuket volete fare diving e snorkeling evitate quindi la bassa stagione e preparatevi a viaggiare quando in Italia è autunno e inverno.

Dove fare immersioni a Phuket: le zone migliori

Partiamo con la nostra rassegna delle spiagge migliori da dove buttarsi n acqua e fare diving e snorkeling e iniziamo parlando delle zone della costa occidentale. Ci riferiamo in particolare ad alcune spiagge e cioè a quella di Bang Tao, accanto all’aeroporto, Freedom Beach e Patong Bay.

Questi posti sono amati per molti motivi, ma soprattutto perchè l’acqua è poco profonda (ideale quindi per lo snorkeling) e perchè si possono raggiungere agevolmente, anche se portate borse e borsoni pieni di attrezzatura.

Uno dei punti migliori di Phuket per le immersioni è sicuramente al largo della spiaggia di Kata, nello stretto stretto che la separa da Ko Po, il piccolo isolotto nel centro della baia.

Un altro sito bellissimo sito per fare diving è quello chiamato Anemone Reef, che prende il nome dalla suggestiva distesa di anemoni di mare di colore verde e blu.

Qui troverete due grandi pinnacoli, ovvero scogli sottomarini, che si elevano per 30 metri dal fondo fino a poco sotto la superficie; è qui che i pesci più colorati di Phuket trovano rifugio e regalano spettacoli quasi sovrannaturali. Attenzione: l’Anemone Reef è adatto maggiormente per chi non è principiante.

Un altro sito molto apprezzato dai professionisti del diving è l’isola di
Racha Yai
. In realtà non è che non può essere frequentato dai principianti, ma visto che le profondità sono generalmente maggiori e le correnti sono spesso più forti rispetto a quelle dell’isola sorella a nord, è preferibile essere esperti.

Molto particolare è lo Shark Point, il cui nome deriva dal docile Leopard Sharks, che si può ammirare sul fondale sabbioso e che si può fotografare senza pericoli… noi comunque preferiamo non avvicinarci troppo! Incontrerete poi altri pesci tropicali, distese di coralli e gli squali bambù!

Come non citare infine l’isola di Racha Noi? Questo sito è veramente suggestivo, affascinante per via di una visibilità sottomarina di ottimo livello e soprattutto grazia a una barriera corallina meravigliosa!

Un sub che immerge al largo di Racha Noi incontrerà enormi massi sottomarini, che offrono buone possibilità di vedere mante e squali balena. Per via delle forti correnti questo posto è consigliabile, anche in questo caso, ai più esperti; chiedendo ai locali troverete però anche punti adatti anche ai principianti.

Agenzie che organizzano immersioni a Phuket

Vediamo alcune agenzie presenti a Phuket e alle quali ci si può rivolgere per iniziare l’avventura del diving. L’isola neè piena, ma non tutte sono affidabili!

La prima che vi segnaliamo è la Super Divers PADI 5 Star Phuket Scuba Diving Centre, che si trova a Nanai Road, nella zona di Patong Beach. Questa agenzia è specializzata nell’organizzazione di gite da un giorno per le immersioni! Nei suoi pacchetti sono insclusi lo spostamento, la guida per le immersioni e il cibo per tutta la giornata. Nel caso in cui non si possegga l’attrezzatura l’agenzia propone l’affitto, che verrà a costare 500 THB in più del prezzo base.

Altra agenzia consigliata è Luna Diving ed è guidata da Giorgio Odoni, istruttore espertissimo. Contattateli se avete intenzioni di fare escursioni e crociere subacquee e il vostro resort è nella zona sud-est dell’isola: non ve ne pentirete.

Come e dove prendere il brevetto PADI a Phuket

Le due scuole migliori per prendere il brevetto PADI (Professional Association of Diving Instructors, ormai necessario per fare escursioni di diving ovunque nel mondo) per il diving a Phuket sono Aussie Divers e Scuba Diving Phuket. Entrambe partono dallo stesso presupposto: offrire allo studente la possibilità di prendere il brevetto in maniera graduale.

Si partirà infatti con un corso base che prevede un’escursione in barca durante la quale è prevista una breve spiegazione delle nozioni teoriche di base e in più ci saranno un paio di immersioni in mare.

Chi deciderà di fermarsi qui avrà fatto’un’esperienza ma non avrà ne brevetto e ne certificazione.

Invece chi vorrà continuare e prendere il brevetto PADI potrà fare il corso avanzato, che dura 3 giorni e che prevede l’apprendimento dei principi teorici e delle regole di sicurezza inerenti alle immersioni, la pratica con delle simulazioni in piscina e infine le immersioni.

Ci sono vari pacchetti disponibili e si può studiare anche da casa prima di arrivare a Phuket, iscrivendosi al corso on line!

Per approfondire